CONOSCI I TUOI CONSUMI!  Con l’entrata in vigore del. D. Lgs. 102/214, con scadenza ultima al 30/06/2017, ogni precedente modalita’ di ripartizione delle spese perdera’ validità’. L’unico criterio di calcolo da seguire per la ripartizione sara’ quello basato sui consumi rilevati dai contabilizzatori di calore.

News

Contabilizzazione del calore per le seconde case: obblighi, deroghe e applicazione

L’introduzione dell'obbligo di contabilizzazione del calore - che prevede per gli amministratori condominiali di rivolgersi ai professionisti abilitati per effettuare la redazione delle tabelle millesimali ed i calcoli per la ripartizione delle spese connesse ai servizi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria - ha destato non poche perplessità circa l'applicabilità delle soluzioni tecnologiche presenti e all'effettiva convenienza in alcuni casi specifici.

Leggi tutto: Contabilizzazione del calore per le seconde case: obblighi, deroghe e applicazione

Nuove norme antincendio per la sicurezza dei condomini

Approvata lo scorso 24 aprile 2018 la bozza della regola tecnica che andrà ad integrare il vecchio Decreto del Ministero dell'Interno 16 maggio 1987, n. 246 recante "Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione", che riporta nuove norme più stringenti per gli edifici di civile abitazione.

Tale regola tecnica, modificata da Confedilizia, sarà allegata ad un decreto del Ministero dell'Interno che definirà scadenze e tempi per l'adeguamento alle nuove norme, modulate in funzione dell'adempimento.

Nello specifico, la nuova norma prevede 4 Livelli di Prestazione (L.P.) a cui corrispondono diversi adempimenti:

  • L.P. 0 - per edifici di altezza compresa tra 12 e 14 metri;
  • L.P. 1 - per edifici di altezza compresa tra 24 e 54 metri;
  • L.P. 2 - per edifici di altezza compresa tra 54 e 80 metri;
  • L.P. 3 - per edifici di altezza oltre 80 metri o, indipendentemente dall'altezza, se con più di 1000 occupanti.

    Leggi tutto: Nuove norme antincendio per la sicurezza dei condomini

Rapporto Ispra sui consumi energetici

Pubblicato il rapporto tecnico sui consumi energetici delle abitazioni e sui gradi giorno di riscaldamento (HDD - Heating Degree Days)

Ispra - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - ha pubblicato sul sito lo studio tecnico dal titolo: “Consumi energetici e heating degree days (HDD) a confronto. Proiezioni al 2050 degli HDD in differenti scenari climatici”.

In linea con l'iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri del gennaio 2016 è è istituito un tavolo tecnico sul tema della decarbonizzazione dell’economia a cui hanno partecipato oltre 70 rappresentanti di amministrazioni pubbliche, enti di ricerca, soggetti pubblici e privati, università, attivi sul tema dei cambiamenti climatici e della pianificazione energetica. Trai i gruppi di lavoro, uno si è dedicato ai dati di input non tecnologici per consolidare una base di dati condivisa tra tutti gli attori presenti al tavolo, funzionale all'elaborazione degli scenari energetici.

Leggi tutto: Rapporto Ispra sui consumi energetici

Termovalvole: controlli a tappeto a Genova

Partono i controlli a tappeto con multe fino a 2500 euro.

Dopo un lungo periodo di tolleranza per consentire ai proprietari di immobili di mettersi in regola, anche a Genova sono partiti i controlli sulle termovalvole. La campagna di verifiche che prenderà il via nei prossimi giorni è stata affidata dal Comune alla società Multiservice e riguarderà l’efficienza e la regolarità degli impianti termici negli appartamenti.

Per i proprietari che non saranno trovati in regola con i contacalorie e le valvole sono previste sanzioni da 500 a 2.500 euro. Ma, prima, agli inadempienti saranno concessi 30 giorni di tempo per mettersi in regola.

Leggi tutto: Termovalvole: controlli a tappeto a Genova

Riscaldamento condominiale: conviene staccarsi?

Come e quando svincolarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato

Anche se chi vive in condomini un po' datati, è abituato al riscaldamento centralizzato può prendere in considerazione la possibilità di staccarsi e passare al riscaldamento autonomo. Per quanto questa scelta possa rivelarsi meno inquinante rispetto alla delocalizzazione delle singole caldaie, è pur vero che spesso gli orari e la temperatura non sempre si adattano alle esigenze di ogni condomino.

Leggi tutto: Riscaldamento condominiale: conviene staccarsi?

Informativa

Questo sito usa i cookies per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Usando il nostro sito acconsenti che installiamo cookies nel tuo dispositivo.

Guarda le direttive privacy

Hai bloccato i cookies. Questa decisione può essere cambiata.

Hai permesso i cookies sul tuo computer. Questa decisione può essere cambiata.