CONOSCI I TUOI CONSUMI!  Con l’entrata in vigore del. D. Lgs. 102/214, con scadenza ultima al 30/06/2017, ogni precedente modalita’ di ripartizione delle spese perdera’ validità’. L’unico criterio di calcolo da seguire per la ripartizione sara’ quello basato sui consumi rilevati dai contabilizzatori di calore.

News

I vantaggi della contabilizzazione di calore? Leggi qua!

L'adeguamento alle Direttive Europee comporta non solo spese ma anche notevoli vantaggi. Scopri quali...

vantaggi_contabilizzazione_calorePartendo dalla considerazione che il Dlg. 102/2014 obbliga nei condomini con impianto centralizzato di riscaldamento o raffrescamento da 4 unità abitative l’adozione della contabilizzazione di calore entro il termine ultimo del 31.12.2016 in recepimento della direttiva europea EED 2012/27/UE, vediamo di trovare dei vantaggi e non vedere l’adeguarsi alla legge solo come una imposizione di spesa.  

  • In ogni unità immobiliare l'utente ha la possibilità di regolare la temperatura secondo le proprie preferenze e secondo i propri orari, ponendo fine alle eterne discussioni condominiali sulla regolazione della caldaia o notare finestre aperte con impianto di riscaldamento in funzione infatti utilizzando le valvola termostatica ogni utente è libero di decidere addirittura la temperatura migliore per ciascuna stanza nel caso della contabilizzazione indiretta mentre per chi ha la contabilizzazione diretta, quindi dotato di conta calorie potrà tramite il termostato effettuare le sue regolazioni.
  • Con un impianto di contabilizzazione del calore e termoregolazione il condominio realizza un risparmio medio annuale sul combustibile utilizzato dalla caldaia compreso tra il 10% e il 30% rispetto alla situazione anteriore all'installazione.

    Leggi tutto: I vantaggi della contabilizzazione di calore? Leggi qua!

Certificazione energetica o diagnosi energetica? Scopri le differenze

Certificazione energetica e diagnosi energetica non sono la stessa cosa. Ecco perché...

certificazione_diagnosi_energeticaLa certificazione energetica è un atto formale di attribuzione ad una singola unità immobiliare di un indice di prestazione energetica e successiva classificazione (A,B,C ecc.) caratterizzante il consumo energetico di tale unità immobiliare. Questo atto risulta obbligatorio per Legge nel caso di determinati interventi edilizi, e richiede inoltre la terzietà del professionista certificatore anche se abilitato ed iscritto agli appositi albi. Ovvero è necessaria la sua non partecipazione alle fasi di progettazione e/o direzione dei lavori necessari all'edificio oggetto dell'intervento.

Leggi tutto: Certificazione energetica o diagnosi energetica? Scopri le differenze

Regione Toscana: Bando Por Fesr 2014-2020

Por Fesr 2014-2020, contributi per efficientamento energetico immobili pubblici

Modifiche e integrazioni del bando (decreto 16165 del 6/11/2017). Bando con un budget iniziale di 8 milioni. Contributi in conto capitale, destinati a Enti locali e Aziende sanitarie e Aziende ospedaliere, fino ad un massimo dell'80% delle spese ammissibili, per interventi di isolamento termico, sostituzione di serramenti e infissi climatizzazione ad alta efficienza, telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti, di cogenerazione e trigenerazione, scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare, e per realizzare reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento. A completamento di almeno uno di questi interventi, l'ente proponente può fare domanda di finanziamento anche per impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili. Domande online entro le ore 17:00 del 31 marzo 2018.

Leggi tutto: Regione Toscana: Bando Por Fesr 2014-2020

D.M. 93/2017: avviso ai titolari di strumenti legali

Comunicazione importante per gli Amministratori Condominiali

Si ricorda che nella Gazzetta Ufficiale n. 141 del 26.07.2017 è stato pubblicato il D.M. 93/2017, che dispone la codifica e l’integrazione della normativa vigente in materia di Metrologia legale, abrogando il precedente D.M. 155/2013.

Il provvedimento in vigore dal 18.09.2017 conferma in capo ai titolari degli strumenti di misura ( art.2 comma g: “ titolare dello strumento” la persona fisica o giuridica titolare della proprietà dello strumento di misura o che, ad altro titolo, ha la responsabilità delle attività di misura”) importanti obblighi già previsti dalla normativa previgente e a cui adempiere secondo le modalità previste

Tra gli obblighi previsti, in particolare sottolineo quanto stabilito nell' “articolo 8 comma 1 – comunicazione a mezzo Scia entro 30 gg. l’entrata in servizio dello strumento  e quello di fine utilizzo”, oltre ad altri dati rinvenienti dallo strumenti stesso.

Leggi tutto: D.M. 93/2017: avviso ai titolari di strumenti legali

Assortermica: consigli per l'accensione dei caloriferi

Assotermica spiega come ridurre i costi in bolletta e a chi rivolgersi per la manutenzione.

I riscaldamenti sono ormai accesi in tutto il Paese. Assotermica (Associazione produttori di apparecchi e componenti per impianti termici) dà i suoi consigli per il miglior esercizio dell'impianto di riscaldamento, in un momento in cui i costi in bolletta per i cittadini sono guardati con sempre maggior attenzione, ma soprattutto per garantirne la piena sicurezza, Assotermica è impegnata a diffondere alcune semplici linee guida.

Le linee guida di Assotermica per ridurre i consumi e i costi in bolletta:

Informativa

Questo sito usa i cookies per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Usando il nostro sito acconsenti che installiamo cookies nel tuo dispositivo.

Guarda le direttive privacy

Hai bloccato i cookies. Questa decisione può essere cambiata.

Hai permesso i cookies sul tuo computer. Questa decisione può essere cambiata.