CONOSCI I TUOI CONSUMI!  Con l’entrata in vigore del. D. Lgs. 102/214, con scadenza ultima al 30/06/2017, ogni precedente modalita’ di ripartizione delle spese perdera’ validità’. L’unico criterio di calcolo da seguire per la ripartizione sara’ quello basato sui consumi rilevati dai contabilizzatori di calore.

News

Distacco dal riscaldamento centralizzato? Vediamo come...

Il distacco dal riscaldamento centralizzato rispetta pienamente le norme europee sul rendimento energetico

Il distacco dall'impianto di riscaldamento centralizzato, accompagnato dalla relazione tecnica che dimostra l'assenza di squilibri termici e di aggravio di spese per gli altri condòmini, rispetta pienamente le norme europee sul rendimento energetico nell'edilizia. È quanto affermato dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 18721 del 22 settembre 2015. La sentenza conferma la compatibilità della nuova disciplina del distacco con la normativa europea, non rilevando alcun contrasto tra l'art. 1118 c.c. e la Direttiva 2002/91/CE. Secondo il giudice capitolino, “la limitazione dei distacchi alle sole ipotesi di cause tecniche o di forza maggiore è frutto esclusivo della normativa di recepimento, non rinvenendosi nella norma comunitaria alcuna manifestazione di preferenza per gli impianti di riscaldamento centralizzato”. Inoltre, si ritiene che “le esigenze sottese alla citata direttiva siano state comunque soddisfatte dalla modifica dell'art. 1118 c.c., il quale, nel subordinare la rinuncia all'utilizzo dell'impianto centralizzato all'assenza di squilibri funzionali ed aggravi di spesa, finisce col perseguire i medesimi obiettivi di risparmio energetico cari al legislatore comunitario”.

Leggi tutto: Distacco dal riscaldamento centralizzato? Vediamo come...

Istruzioni per l'uso delle termovalvole obbligatorie

Per un risparmio medio in bolletta del 15 - 20%

L'obbligo di installazione dei sistemi di termoregolazione prevede che gli impianti termici installati in edifici con un numero di unità abitative superiore a 4 debbano essere di tipo centralizzato e dotati di termoregolazione e contabilizzazione del calore per ogni singola unità abitativa. Quest’obbligo era stato introdotto come norma relativa al miglioramento della qualità dell’aria, nell'ambito delle azioni correlate alla procedura di infrazione comunitaria sulle polveri sottili per gli anni 2007-2008, al fine di ridurre le emissioni da riscaldamento.

Leggi tutto: Istruzioni per l'uso delle termovalvole obbligatorie

L'Emilia Romagna aggiorna la disciplina sulla prestazione energetica degli edifici

Modificato l'Atto di coordinamento tecnico regionale per la definizione dei requisiti minimi

Sul B.U. R. Emilia Romagna Parte II n. 329 del 3 novembre 2016, è pubblicata la Deliberazione di Giunta regionale n. 1715 del 24 ottobre 2016 "Modifiche all'"Atto di coordinamento tecnico regionale per la definizione dei requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici" di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 967 del 20 luglio 2015".

Leggi tutto: L'Emilia Romagna aggiorna la disciplina sulla prestazione energetica degli edifici

Efficientamento energetico edifici PA

Definiti gli interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione

A distanza di un mese e mezzo dalla firma da parte dei ministri competenti, il 9 novembre è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto 16 settembre 2016 del Ministero dello Sviluppo economico e del Ministero dell'Ambiente ( di concerto con il Mit e il Mef) che fissa le modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione centrale.

L'obiettivo è efficientare almeno il 3% annuo della superficie utile del patrimonio edilizio dello Stato, in ottemperanza a quanto previsto dalla direttiva europea 2012/27 sull'efficienza energetica.

 Per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione centrale il d.lgs. 102/2014 ha stanziato 355 milioni di euro nel periodo 2014-2020. A seguito dell’emanazione del provvedimento sarà possibile avviare i progetti che sono stati presentati nel biennio 2014-2015 dalle Pubbliche Amministrazioni centrali per un valore complessivo di 70 milioni di euro.

Leggi tutto: Efficientamento energetico edifici PA

Alla camera il Bilancio 2017 con misure ecobonus

Il testo ufficiale con tutte le misure su ecobonus, sismabonus e bonus ristrutturazioni

Il testo del disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019” (leggi qui) è finalmente approdato alla Camera dei Deputati. Ecco nel dettaglio le misure contenute all'articolo 2 dal titolo “Detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione antisismica, riqualificazione energetica e acquisto mobili e credito d’imposta per strutture ricettive”.

  • Proroga ecobonus 65% al 2017 e detrazione 50% sulle ristrutturazioni

L’articolo, attraverso la modifica degli articoli 14, 15 e 16 del D.L. n. 63 del 2013, proroga, in linea generale, al 31 dicembre 2017 il termine entro il quale sostenere le spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di efficienza energetica al fine di poter beneficiare della detrazione dall’imposta lorda prevista dal predetto decreto. Viene prorogata al 31 dicembre 2017 la detrazione fiscale del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia di cui all’art. 16, comma 1, del citato D.L. n. 63 del 2013.

Leggi tutto: Alla camera il Bilancio 2017 con misure ecobonus

Informativa

Questo sito usa i cookies per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Usando il nostro sito acconsenti che installiamo cookies nel tuo dispositivo.

Guarda le direttive privacy

Hai bloccato i cookies. Questa decisione può essere cambiata.

Hai permesso i cookies sul tuo computer. Questa decisione può essere cambiata.